banner logo

Articoli

Così scrive Giovanni Pintori nella presentazione alla mostra: «Si tratta di una serie di dipinti che rappresentano immagini di corpi eseguiti con un processo fortemente analitico in cui è evidenziata la meticolosità di un fare pittura guidato da un desiderio di precisione che non lascia spazio a pentimenti o casualità incontrollabili. Una pittura mentale che tende ad eseguire i pensieri dell'artista così come sono, nel tentativo, forse improbabile di cancellare gli stati incontrollabili del caso. "Termografie introflesse" è il significativo titolo di questa esposizione che indica due direzioni di ricerca contigue e dialoganti fra loro. L'effetto termografico è evidenziato dall'uso del colore che tende ad assumere un dato semantico rivolto ad una specie di sintomatologia della pittura. Qui il colore, nella gradualità luminosa in cui è disteso nella tela, esprime una nozione di riscaldamento laddove alcune parti dell'anatomia hanno il compito di trasmettere uno sforzo in atto, una tensione muscolare che dalla biografia personale dell'artista si trasferisce sulla tela in tempo reale dichiarando senza reticenze una purissima volontà di fusione alchemica tra l'artista e la sua opera».

La mostra, con inaugurazione giovedì 6 giugno alle ore 18, sarà visibile tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Discordia-uomo    Discordia-donna

Biografia di Daniele Miglietta

Daniele Miglietta si dedica alla pittura sin da giovanissimo. La sua passione per l'arte lo accompagna da sempre; infatti, da ragazzo partecipa a diverse mostre collettive nella sua città natale, Brindisi, riscuotendo un buon successo di critica, e nel 1989, all'età di ventuno anni, vince il concorso internazionale "Trofeo città di Brindisi" con un dipinto olio su tela dal titolo "Millenovecento". Nel 2000 partecipa al concorso nazionale di arte sacra di Chieti, nel quale si classifica al terzo posto con il dipinto "Una nuova speranza".

Dopo una parentesi come grafico pubblicitario, intraprende l'attività lavorativa dedicandosi alla micropigmentazione della pelle presso uno studio medico, pur continuando ad alimentare la sua passione per la pittura.

Dal 1997 vive a Bologna dove ha partecipato a molte collettive.

È la prima volta che si cimenta in una personale, e per di più in una delle più prestigiose Gallerie bolognesi, "Fondantico Arte+".

Ufficio stampa: Nicoletta Barberini Mengoli – cell. 338.4989018 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information